Ultime Notizie



Roberto Bolle apre il 2018 di RAI1 con il suo DANZA CON ME



Data:22/12/2017
Genere:Danza
Roberto Bolle apre il 2018 di RAI 1 con il suo “DANZA CON ME”

di Francesca Camponero



Sarà l’“Étoile dei due mondi” Roberto Bolle a festeggiare l’inizio del nuovo anno in tv portando per la seconda volta l’arte della danza sul piccolo schermo con un nuovo show esclusivo che porta la sua firma nella direzione artistica. Lo spettacolo DANZA CON ME sarà in prima serata il 1° gennaio 2018 e questo grazie al successo che lo scorso anno ha avuto la prima esperienza del genere, “Roberto Bolle – La mia danza libera”, che ha letteralmente conquistato pubblico e critica, facendo parlare di “evento storico”, di successo di trionfo della danza per la prima volta alla portata di una platea così vasta.

Del resto l’ha detto giusto ieri in conferenza stampa la Dott.sa Luisa Vinci, Direttore Generale dell’Accademia della Scala (dove era programmato l’incontro con la stampa), denominando il bel Roberto ”il più grande mezzo di comunicazione e marketing per la danza, colui che ha fatto crescere il numero delle iscrizioni maschili”. Insomma, Bolle è una garanzia sia sul palco che dietro una telecamera. E di questo parere lo è naturalmente il Direttore di Rai 1 Angelo Teodoli che punta su questo spettacolo: ”Lo spettacolo di quest’anno è un prodotto migliore di quello precedente, è cresciuto di qualità e per questo è degno di aprire i programmi 2018 di Rai 1. E’ un prodotto in collaborazione con la Ballandi Multimedia e Roberto questa volta non è solo protagonista, ma anche Direttore Artistico. Ancora una volta si unisce l’alto col pop e nasce qualcosa di nuovo. Questo show vanta l’insieme di numeri uno, ed è un esperimento che abbiamo in idea di continuare”.

Mario Orfeo, dg Rai, che ha condotto l’incontro ha evidenziato i pregi dell’artista italiano: “E’ una fortuna lavorare con Bolle, in lui ci sono tanta curiosità e coraggio. Roberto guarda, ascolta e becca. Come Luciano Pavarotti, Bolle è in grado di portare la grande arte alle masse. Pavarotti lo aveva fatto con il canto e lui lo fa con la danza. Poi Roberto è un grande lavoratore, voi non sapete quanto!...”
Ma invece noi sappiamo benissimo che Bolle è un grande stacanovista, del resto la sera prima della conferenza era impegnato in Scala nel balletto La Dame aux camélias assieme all’etoile Svetlana Zakharova, e eveva finito di firmare autografi a mezzanotte e mezza. Ma nulla lo ferma e lo fermerà in questo suo percorso di successo.

“Iniziare l’anno all’insegna della danza è un segno distintivo importante ha detto BolleFormare il gruppo di lavoro di quest’anno è durato mesi, ma la squadra che si è formata è strardinaria e siamo riusciti a creare qualcosa di nuovo e piacevole. Gli insieme degli elementi è la forza di questo spettacolo. Siamo riusciti così a svecchiare l’immagine della danza, coinvolgendo il grande pubblico. Questa è stata un’opportunità unica e irrepetibile. Certo non è facile trasporre in linguaggio televisivo brani teatrali, ma quest’anno dopo l’esperienza dell’anno scorso è stato possibile potenziare i punti di forza di questo show e metterli in luce. Io in più ora conosco meglio i meccanismi della televisione - ha aggiunto sorridendo il ballerino – Questa è stata l’esperienza più esaltante della mia carriera, perchè quello che si è registrato resta e mi rappresenterà per sempre, cosa che non succede quando si spengono i riflettori all’Arena dopo il Bolle and Friends”.



Un lavoro di mesi dunque quello di Bolle e della sua equipe che non è stato semplice dati i vari impegni teatrali del ballerino sia in Italia che all’estero, ma che senza dubbio ha portato alla conclusione di un prodotto eccezionale che vede grandi ospiti di rilievo, nazionali e internazionali come Sting, Tiziano Ferro, Fabri Fibra, Virginia Raffaele, Pif, Miriam Leone e Geppi Cucciari. Non c’è dubbio che con talento e tenacia Bolle è capace di riconquistare luoghi, spettatori e spazi da anni preclusi alla danza, ridando a quest’arte un respiro pop. Per la prima volta nella televisione italiana, la messa in scena di “ROBERTO BOLLE – DANZA CON ME” si avvale del lavoro di un grande artista come Michael Cotten, l’uomo dei grandi eventi live e tv americani, dal SuperBowl alle cerimonie olimpiche, nonché set designer voluto dallo stesso Michael Jackson per i suoi ultimi spettacolari tour e tra gli artefici di “This is it”.

Per le parti di danza anche quest’anno Bolle ha scelto di proporre al pubblico un’accurata scelta di brani tratti dal repertorio classico, neoclassico e contemporaneo che include coreografie di Roland Petit, Rudolf Nureyev e Mauro Bigonzetti alternate a creazione inedite. Per interpretarli, ha chiamato ad esibirsi accanto a sé, stelle del balletto di fama internazionale, come Polina Semionova, Melissa Hamilton e l’étoile di Parigi Léonore Baulac. Ma grande spazio occupano in questa edizione i talenti italiani come i Primi Ballerini del Teatro alla Scala di Milano, Nicoletta Manni e Claudio Coviello, ma anche Timofej Andrijashenko e poi ancora Nicola Del Freo, Gioacchino Starace, Marco Agostino, Christian Fagetti, Matteo Gavazzi, Andreas Lochmann, Fabio Saglibene, Mattia Semperboni e Vittoria Valerio. Ad esibirsi sul palco di “ROBERTO BOLLE – DANZA CON ME” anche le giovanissime allieve dell’Accademia della Scala.

Uno spazio particolare ricopre all'interno di “ROBERTO BOLLE – DANZA CON ME” la bellissima storia di Ahmad Joudah, giovane ballerino siriano, perseguitato dall’Isis e contrastato dalla famiglia che ha trovato nella danza la forza di affrontare ogni pericolo e minaccia diventando simbolo universale del valore salvifico dell’arte. In “DANZA CON ME” coronerà il suo sogno di ballare per la prima volta con Roberto Bolle.

A tenere le fila di questo caleidoscopico mondo, un traghettatore inaspettato, che in realtà vanta una insospettabile passione per la danza e gli studi classici, Marco D’Amore. Affabulatore, performer, ballerino alla bisogna, attore e showman, D’Amore è qui il compagno di strada preziosissimo per Roberto, con il quale forma “una strana coppia” dai risvolti sorprendenti.
Ma non va tralasciato che tutto questo lo dobbiamo all’esperienza sanremese che, diciamo così, è stata quella che ha fatto venire l’appetito ai vertici RAI visto il successo di audience che si era ottenuto nel momento in cui Bolle aveva danzato davanti alle telecamere. Cosa ricorda Roberto di quell’esperienza? L’ambiente agitatissimo in cui tutti corrono di qua e di là freneticamente in modo ansiogeno. L’unico che manteneva la calma era il conduttore Carlo Conti, ma noi siamo certi che anche Roberto non si sarà scomposto più di tanto essendo abituato a ben altro, lui!



  DANZA CON ME, Roberto Bolle con Melissa Hamilton